Al timone della nave Staffetta

I primi contatti con la fotografia, Luciano Bovina li ha avuti come assistente fotografo-navale imbarcato sulla nave oceanografica “Staffetta”.

Negli anni ’70 inizia una intensa collaborazione con l’agenzia sportiva “Attualfoto”, curando l’ambiente della Formula Uno e dei Rally.

la mia passione per il cinema

In seguito passa anche al cinema. Come cineoperatore realizza per “Autosprint”, nel programma televisivo “Telesprint”, più di 80 filmati di Gran Premi. Ma la continua ricerca del nuovo, l’interesse alla conoscenza di popoli ed etnie diverse, l’amore per i grandi spazi, lo indirizzano sempre più verso il reportage e il documentarismo puro, che tuttora segue (gira ancora in pellicola 16 mm.).

…e i documentari

Dal 1983 al 1990 ha fatto parte della troupe mobile “Jonathan” di Ambrogio Fogar, tanto da essere chiamato dai suoi colleghi: “Nomade con la cinepresa”. In circa quarant’anni, ha visitato 87 nazioni e collaborato alla realizzazione di oltre 79 documentari o film, per la televisione italiana ed estera.

Al timone della nave Staffetta

Preparativi per girare una promo con Ambrogio Fogar

1970

Inizio attività

80

filmati di Gran Premi

79

Documentari e Film

+375.000

Fotografie scattate

Nikon Photo Contest International GRAND PRIZE


Nel 1996 vince uno dei più prestigiosi concorsi fotografici.

Su 36.454 fotografie partecipanti, provenienti da 53 nazioni, si aggiudica il primo premio assoluto: il

“Nikon Photo Contest International GRAND PRIZE”.

Il parere dei giudici

Akira Stato

"questa fotografia ritrae candidamente la militanza del soggetto. È stata fatta con tutti gli elementi - illuminazione, esposizione, composizione ed espressione - in perfetto equilibrio. Un ritratto veramente notevole.

Questa singola immagine ci mostra, benché ci sia illimitata varietà, che gli esseri umani sono fondamentalmente uguali dappertutto".

Tsuneo Enari

"questa fotografia riflette un senso di speranza del mondo moderno, attraverso una scena realizzata in un paese in cambiamento.

Ha ricevuto alti meriti perché ha ritratto l'amore, l'affetto e il cammino di speranza nelle obbligazioni umane, E altri aspetti così desiderati nelle società civilizzate"

Hiromi Tsuchida

"questa meravigliosa fotografia comunica immediatamente all'osservatore la gioia di vivere.

Un'immagine superba, di amore pieno e di speranza verso un sereno futuro".

Kazuyoshi Nomachi

"recentemente ho visitato il luogo dove questa fotografia è stata presa. Benché qualche volta chiedono soldi per farsi ritrarre, questa foto ha un'aria di estrema naturalezza. Lodo l'autore"

Kikuji Kavada

"dopo aver visto una enorme quantità di fotografie sono arrivato alla conclusione che questa immagine possiede, al di là del tempo e dello spazio, una forte universalità.

Il Grand Prix testimonia questa varietà. Questo è un vibrante ritratto di un gruppo etnico".

Manabu Miyazaki

"in questo concorso internazionale di fotografia, un'iscrizione da tutto il mondo, con scene lontane dalle nostre vite quotidiane, questa fotografia da un senso di assoluta freschezza a noi che abitiamo nel mondo industrializzato. Penso che questa fotografia sia la più meritevole del Grand Prix Nikon".

Ritorno a casa Fotografia vincitrice

“… In un giorno qualunque il nostro automezzo attraversa l’altipiano etiopico. A sud, verso Turmi, siamo costretti a bloccare la corsa dovendo la pista attraversare un fiume. Per non rischiare scendo a controllare la profondità dell’acqua, e quando alzo lo sguardo vedo un uomo e una donna che si avvicinano. La giovane età è scritta nel loro passo agile. La luce dorata del tramonto rende l’immagine ancora più sublime. In un attimo ritorno al fuoristrada e pochi metri dietro di me prendo una delle due macchine fotografiche sempre pronte e, appoggiato alla portiera, osservo. Mentre si accingono a guardare il fiume, la donna ha un attimo di esitazione, quasi di paura. L’uomo sentendo quel brivido la cinge col braccio. Lo sguardo di lei si illumina di sicurezza e serenità. Immediatamente quel gesto e quell’attimo…sono fissati per sempre”.

Translate »
error: Content is protected !!